Bob Dylan - L’Explosion Rock, 1961-1966: alla Cité de la Musique rivive il mito

E’ una delle figure più emblematiche del Novecento, e non solo a livello musicale. Frammentato, decostruito, misterioso, intricato, complesso: Bob Dylan è il menestrello dalle mille sfaccettature, ma sicuramente la sua presenza si fa sentire, anche quando non parla, anche quando non suona, anche quando non canta.

1961-1966: gli anni del mito, della propria formazione identitaria, della plasmatura artistica, della maturità, sua e della società, sullo sfondo dei subbugli politici e sociali di un’America (e non solo) in fermento, il popolare che diventa rock, la musica che cambia, la promozione giunge, come da tradizione, sul sottofondo di fischi e buuuu in un festival di musica folk, a Newport, mentre Bob Dylan subisce la sua ennesima metamorfosi, da bruco diventa farfalla rabbiosa ed elettrica e la sua anima rock esplode, noncurante del disprezzo altrui.

La mostra "Bob Dylan. L’Explosion Rock: 1961 - 1966", partorita dal Grammy Museum di Los Angeles, si mostra al pubblico parigino alla Cité de la Musique, con i suoi documenti, oggetti e immagini inedite, così come le documentazioni audiovisive d’archivio, che si fondono in un unico documentario multiartistico proiettato sull’evoluzione personale e sociale di un uomo e di un genere musicale. Sono gli anni della leggenda, sono gli anni della creatività, sono gli anni della rivoluzione: Bob Dylan ne ha subìto e cantato il tempo ed è divenuto immortale.

- Quando: fino al 15 luglio 2012

- Dove: Cité de la Musique, 221 Avenue Jean-Jaurès

- Orari: da martedì a sabato dalle ore 12 alle ore 18; domenica dalle ore 10 alle ore 18; venerdì e sabato, in notturna, fino alle ore 22; chiuso il lunedì

- Biglietti: da 4 a 8 euro

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606