Il Musée du Louvre

Eccoci arrivati alla prima grande sosta della visita parigina di ogni bravo viaggiatore ed esploratore della città: benvenuti al Musée du Louvre!

Il Musée du Louvre, ospitato dall’omonimo Palais du Louvre, fu commissionato, nel 1190, come fortezza da Filippo-Augusto e trasformato in un museo nazionale solo nel 1793 grazie alla Convenzione rivoluzionaria.

Consigli utili. La visita del Louvre può essere appassionante, ma faticosa. Viste le dimensioni e la quantità delle sue collezioni, vi consiglio quindi di munirvi di scarpe ed abbigliamento comodi e sarete ripagati da tanto splendore nel migliore dei modi. Prima di iniziare la visita, sarebbe utile stabilire in anticipo cosa vedere tra le opere esposte e poi selezionare le meno interessanti per un giro finale in maggiore relax. La collezione dei pittori europei che va dal 1400 al 1850 è molto più ricca di quella degli scultori, mentre la sezione dedicata ai gioielli e all’arte antica, romana, orientale, etrusca ed egizia dispone di una quantità immensa di opere preziose.

L’esposizione si dispiega su 4 livelli: mezzanino, pianterreno, 1° piano e 2° piano ciascuna, con una collezione di antichità, pittura, scultura e oggetti d’arte.

Cominciamo il nostro cammino per il Louvre...

- Arte antica etrusca, egizia, greca e romana. La collezione ha dimensioni immense e comprende pregiate opere che vanno dal 6000 a.C, il Neolitico, fino al 476 d.C., data della caduta dell’Impero Romano d’Occidente. Tra le principali immagini di questa sezione c’è lo storico Codice di Hammurabi del 1700 a.C. e il Sarcofago degli sposi etrusco, risalente al VI secolo a.C. Proseguendo per l’area dedicata all’arte greca, sopra la rampa di un’elegantissima scala c’è la spettacolare statua della Vittoria di Samotracia e poco più avanti la Venere di Milo del III secolo a.C.

- Pittura europea dal 1200 al 1850. Qui saremo immersi nell’arte più celebre ed amata di tutti i tempi.

  • Al 2° piano nell’ala Richelieu e Sully si aprono le splendide sale con le opere dell’arte francese dal 1300 al 1800 che accompagneranno il visitatore attraverso i capolavori di Poussin, Delacroix ed il suo storico antagonista Ingres.
  • Viaggiando verso nord, lo sguardo va verso la pittura fiamminga di Rembrandt e Dürer con i loro due celebri autoritratti.

- La pittura italiana. Proseguendo verso l’ala Denon si arriva finalmente a casa! La pittura italiana dal primo Giotto al pieno Ottocento saranno un piacere per gli occhi e lo spirito. Nelle sale 3 e 4 dell’ala Denon non potrete farvi sfuggire la collezione di opere di Giotto, con il San Francesco d’Assisi riceve le stimmate ed i ritratti di grandi signori come quelli del Ghirlandaio e di Piero della Francesca. Tra le sale 6 e 8 si tocca l’apice dello splendore passeggiando tra le meraviglie di Raffaello e del genio tenebroso del Caravaggio ne La morte della Vergine. Nelle sale 5, 7 e 13 troverete i ritratti e le opere di uno degli artisti più geniali che la nostra storia possa raccontare: Leonardo da Vinci. La sua collezione comprende oltre alla Vergine delle Rocce e Sant’Anna con la Vergine e il Bambino i ritratti de La Belle Ferronnière e l’attesissima Monnalisa meglio nota come La Gioconda .

  • La Gioconda. L’opera dall’incontrastato successo è diventata uno dei motivi primari per una visita al Louvre, non vi consiglio di scattare foto perché è conservata in una teca e il flash fa brutti scherzi ... poi, non ne varrebbe la pena, ricordatela così dopo averla vista e cercate di non rimanere delusi quando vi accorgerete della sua minuta grandezza, 77x53 cm non sono tanti per chi è abituato a vederla in gigantesche e terribili stampe di ogni dimensione.

- Pittura Spagnola. Dopo questa dovuta digressione, continua la nostra visita alla volta della pittura spagnola, di quella inglese e delle arti grafiche tra l’ala Richelieu al secondo piano e la Denon al primo piano.

  • El Greco, Murillo e Goya sono i tre maestri che incontreremo nelle sale 29 e 30 dell’ala Denon in cui è racchiusa una vasta collezione di oltre 400 opere voluta da Luigi Filippo.
  • Turner e Constable. Per quanto riguarda la serie di opere d’arte inglese, Turner e Constable saranno gli artisti che vi attenderanno nelle sale al secondo piano dell’ala Richelieu con la Vista di Salisbury e Paesaggio con fiume in lontananza della metà dell’Ottocento.
  • La collezione di arti grafiche vanta opere di epoche eterogenee perché accanto ai disegni del Pisanello del 1400, compaiono schizzi di David e Delacroix del 1800. Tutte meritano uno sguardo per conoscere cosa c’è effettivamente dietro ciò che vediamo durante il nostro cammino tra le opere.

- I capolavori di Canova. Tra le sale 2 e 10, i marmi della Deposizione di Cristo del XII secolo e il Sepolcro delle viscere di Re Carlo IV e Giovanna d’Evreux, del 1372, fanno la loro apparizione tra le sale 2 e 10 dell’ala Richelieu.

  • Il luogo più romantico. Il luogo più romantico del Louvre è la sala C dell’ala Denon davanti al complesso scultoreo di Amore e Psiche, l’araldo della bellezza ideale dove chi si ama si sofferma più a lungo.

Questo è tutto miei cari amici, buona visita!


- Musée du Louvre: Place du Louvre (Metro - Palais Royal, Musée du Louvre).

- L’ingresso al Louvre è gratuito ogni prima domenica del mese ed il 14 Luglio. Il biglietto per le collezioni permanenti è di 10 €.

Per l’accesso pomeridiano il mercoledì e il venerdì, dalle 18 alle 20.45, si paga 6 €. L’ingresso gratuito alle collezioni è garantito:

  • ai minori di 18 anni;
  • ai giovani dai 18 ai 25 anni residenti in un Paese dell’UE, dietro presentazione di un documento in corso di validità.

- Il Louvre è aperto dalle 9 alle 18, ogni giorno eccetto il martedì e nei seguenti giorni festivi: 1 Gennaio, 1 Maggio, 15 Agosto, 25 Dicembre. Il mercoledì e il venerdì è prevista un’apertura prolungata fino alle 20.45.

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606